LA RIFORMA DEL LAVORO IN SPAGNA

© Madrid - Il nuovo che avanza sul tema del lavoro, arriva dalla Spagnaed anche in quel paese, viene presentato sotto l'etichetta di “riforma”. Il punto di partenza è sempre lo stesso: rendere meno onerosoper le imprese licenziare e, insieme, cercare di ridurre un tasso di disoccupazioneoggi arrivato, in questo caso, al 23%. Come nei peggiori temporali, occorre ripararsi al chiuso ed in un posto al caldo per comprendere quale futurosi stia riservando ai più. Nel dettaglio: alle aziende spagnole, basterà avere registrato perdite o anche solo diminuzione delle entrate per tre trimestri consecutivi per poter licenziareper «causa oggettiva»; in caso di crisi, le aziende potranno rinviare i contratti collettivi, per definire nuovi orari di lavoro e mansionidei dipendenti; la legge renderà meno oneroso per le imprese il licenziamentosenza giusta causa dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato ed in questo caso, gli indennizzi saranno pari al salario di 33 giorni di lavoro su ogni anno lavorato, e non più di 45.  Riproduzione concessa con citazione della fonte http://francescoussia.jimdo.com/

 

[per le collaborazioni, anche fotogiornalistiche, siete pregati di compilare il modulo contatti]

© Madrid - Il nuovo che avanza sul tema del lavoro, arriva dalla Spagnaed anche in quel paese, viene presentato sotto l'etichetta di “riforma”. Il punto di partenza è sempre lo stesso: rendere meno onerosoper le imprese licenziare e, insieme, cercare di ridurre un tasso di disoccupazioneoggi arrivato, in questo caso, al 23%. Come nei peggiori temporali, occorre ripararsi al chiuso ed in un posto al caldo per comprendere quale futurosi stia riservando ai più. Nel dettaglio: alle aziende spagnole, basterà avere registrato perdite o anche solo diminuzione delle entrate per tre trimestri consecutivi per poter licenziareper «causa oggettiva»; in caso di crisi, le aziende potranno rinviare i contratti collettivi, per definire nuovi orari di lavoro e mansionidei dipendenti; la legge renderà meno oneroso per le imprese il licenziamentosenza giusta causa dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato ed in questo caso, gli indennizzi saranno pari al salario di 33 giorni di lavoro su ogni anno lavorato, e non più di 45.  Riproduzione concessa con citazione della fonte http://francescoussia.jimdo.com/

 

[per le collaborazioni, anche fotogiornalistiche, siete pregati di compilare il modulo contatti]

Scrivi commento

Commenti: 0