NO DEBITO-OCCUPYAMO PIAZZA AFFARI

© Milano – Corteo partecipatissimo quello creato sabato 31 marzo da Giorgio Cremaschi con lo slogan “No Debito. Occupyamo Piazza Affari”. Tante le sigle che hanno partecipato per dare forza, ampiezza, continuità, coerenza di classe alla lotta contro il governo Monti e i padroni del debito. Tra le più numerose, rete dei Comunisti, USB, FIOM, NO TAV, il Cantiere. Il corteo si è snodato lungo le vie delle città approdando intorno alle 16 nella centrale via Torino. Diversi i negozianti impauriti che si sono barricati dietro alle saracinesche abbassate per timori di eventuali esprori. Al termine, un breve passaggio davanti alla Banca D'Italia per poi finire in Piazza Affari e concludere con un breve comizio. Le parole più ricorrenti: noi il debito non lo paghiamo, resistenza, organizzazione, conflitto.  Riproduzione concessa con citazione della fonte http://francescoussia.jimdo.com/

 

[per le collaborazioni, anche fotogiornalistiche, siete pregati di compilare il modulo contatti]

Scrivi commento

Commenti: 0