I DIRITTI NON SI APPALTANO

© Mattinata di dibattito sereno in quel di Torino presso il Greenwich Village. L'assemblea pubblica, organizzata dal sindacato unitario di base della federazione di Torino, è partita subito con il piede giusto e si è articolata attraverso alcuni significativi spunti di riflessione.

Tema principale esaminato: la politica delle esternalizzazioni dei servizi pubblici e degli appalti (asili, termovalizzatore, GTT, AMIAT ed altro ancora). Materia scomoda, complessa e ingiusta soprattutto perché, negli ultimi mesi, “tutto questo ha prodotto un radicale cambiamento di tipo sociale per quanto riguarda l'ambito del lavoro, rendendo a pura e semplice merce sia i diritti, sia la dignità, di una lunga serie di lavoratori ormai sottopagati, sottoccupati e stritolati tra amministratori, enti committenti, generiche cooperative senza scopo di lucro e dai più generici ancora, sindacati distratti”.

Alla base dell'agile botta e risposta dei presenti, la parola ricorrente e più controversa del duemilaetredici: il Neoliberismo. “Forma aggressiva che da la parola al mercato, deregolamentando quando gli fa comodo, che attacca il costo del lavoro, che crea disoccupazione e precarizzazione”. Riproduzione concessa con citazione della fonte http://francescoussia.jimdo.com/

 

[per le collaborazioni, anche fotogiornalistiche, siete pregati di compilare il mudulo contatti]

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0